FR/ITA

Associazione culturale per aiutare gli orfani e partecipare alle attività socio-culturali del Senegal

Mamadou Konte

Chi è Mamadou Konte

Mamadou Konte è un lavoratore emigrato dal Mali di origine senegalese e diventato produttore di spettacoli. L'uomo incarna il destino politico della musica africana moderna.

Fondatore a Paria nel 1978 di uno dei festival di musica africana. Bisogna ricordare che Mamadou è arrivato a Marsiglia nel 1965 clandestinamente . Ha conosciuto l'espulsione senza riguardi, la casa e la fabbrica. Nel maggio del 1968, analfabeta, ha imparato le basi della lettura con l'estrema sinistra. Nel 1968, ha organizzato scioperi per i lavoratori immigrati. Nel 1976 ha chiamato in aiuto il cantante francese Francois Beranger, che scriverà per lui la canzone "Mamadou mi ha detto / spremiamo il limone / può gettare la pelle. Nel 1977 Lionel Stoleru,segretario di stato responsabile dei lavoratori del governo Barre, offre un premio di 10000 franchi ( 1500 euro) offeso dal gesto di Mamadou considerandolo un ingrato. Mamadou fonda un'associazione di aiuto con lo scopo di creare un possibile reinserimento dei lavoratori africani nel loro paese.

Per finanziare la costruzione di una biblioteca e di una cooperativa agricola a Thies (Senegal) Mamadou ha organizzato un festival di musica africana, con il sostegno attivo di Claude Nougaro e Bernard Lavilliers. Il concerto organizzato con RFI ha riunito 12.000 persone. Nel 1985 si riunì al maliano Salif Keita e produsse la sua musica. Associato a Cris Blackwell, fondatore dell'etichetta Island (Bob Marley, Fela) , a partire dal 1986 dà il via al festival d'Africa Angelique Kidjo, Youssou N'Dour e Baaba Mal. Quando la sinistra è salito al potere (Mitterand) Mamadou ha detto, ho smesso di sentirsi "immigrato", colui che ha rasato i muri e aveva paura della polizia. Finalmente sono qualcuno che viene ascoltato. Nel 1994 Mamadou Konte torna a Dakar dove trasforma la Villa Tringa, un ex albergo, in un centro culturale, che chiuderà nel 1999. Vi crea allora l'associazione di aiuto per il ritorno dei lavoratori emigrati (Arcti), la rete circolare A, riunendo degli imprenditori culturali (etichette, organizzatori del festival ..) africani. Ha fondato il sindacato dei produttori e editori di musica in Senegal, organizza colloqui e incontri e si impegna nella lotta contro la pirateria. Il Tringa era sempre pieno di artisti nazionali e internazionali e era frequentato da gente di cultura. Al Tringa ha prodotto molti artisti senegalesi e africani. Mamadou non era interessato al denaro, ha vissuto per la sua passione Mamadou è morto 19 giugno 2006 a Dakar. Nel 1992 è stato elevato in Francia con il grado di Cavaliere degli artisti e scrittori e inseguito nel 2002 con il grado di ufficiale degli artisti e scrittori. Questo come riconoscimento per tutto quello che ha fatto per loro.

NB: Ho conosciuto Mamadou nel 1997, a cui ho presentato mia sorella maggiore. E 'diventato suo marito nel 1998. Nello stesso anno hanno avuto un figlio il cui nome è Manu Dibango grande cantante africano e amico di Mamadou